Tende da sole

In questo post parliamo dell’infisso esterno più ricercato nel periodo estivo, la tenda da sole.

Si tratta infatti di un elemento che ha un importante impatto estetico, ma può avvalorare l’ambiente circostante grazie alle dimensioni e alle diverse tipologie create su misura.

Infatti nella maggior parte dei casi la tenda da sole viene realizzata in modo sartoriale per adattarsi alle dimensioni della zona da ombreggiare e proteggere.

Come tutti gli infissi il telo viene fissato in un telaio di sostegno, quest’ultimo è realizzato con tubolare metallico installato a parete oppure a soffitto. Lo spessore del tubolare è uno degli elementi che determina la qualità della tenda da sole, mentre lo strato della verniciatura deve essere per esterni in modo da resistere agli agenti atmosferici e alla corrosione di pioggia ed umidità.

Il telo o tessuto deve essere resistente all’acqua e alle muffe, non deve macchiarsi, e deve mantenere il colore inalterato. Allo stesso tempo deve essere in grado di filtrare la luce e respingere i raggi Uv.

Per le tende a caduta e a bracci il materiale più adatto alla realizzazione del telo, che corrisponde meglio alle caratteristiche sopra citate è la fibra acrilica. Per le tende a cappottina che hanno più curvature si consiglia l’utilizzo del poliestere.

Anche la scelta del colore influenzerà le prestazioni della vostra tenda, infatti se il colore è scuro assorbe e trattiene una quantità maggiore di calore e raggi nocivi,al contrario una tinta chiara assorbe e trattiene una quantità minore di calore e raggi nocivi.

Per l’apertura e la chiusura della tenda si utilizzano sistemi manuali come l’argano oppure elettrici con motore. Tra gli automatismi elettrici è possibile aggiungere un sensore per il vento e la pioggia. Quest’ultimo deve essere collegato all’impianto elettrico dell’abitazione ed è in grado di movimentare la tenda da sole per chiuderla in caso di improvvise raffiche di vento e piogge e riaprirla al loro termine quando non ci è possibile essere presenti per azionarla personalmente.

In quanto strutture rimovibili in genere non richiedono autorizzazioni particolari, ma in caso d’installazione presso un condominio devono essere tutte uguali per struttura e colore.